Coltivare bacche di goji: ecco come fare

Il Goji, altrimenti chiamato “pianta della giovinezza“, nome latino Lycium Barbarum, è un arbusto perenne appartenente alla famiglia botanica delle Solanacee.

Da secoli fondamentali sia nella cucina che nella medicina cinese, le bacche di Goji sono da qualche tempo conosciute ed utilizzate anche in Italia per via delle loro riconosciute proprietà antiossidanti: in pratica, esse svolgono un’azione positiva contro l’invecchiamento cellullare e tutto ciò che ne consegue.

Le proprietà benefiche delle bacche di Goji tuttavia, non si fermano qui: esse sono anche energizzanti, attivano e velocizzano il metabolismo e contengono micronutrienti preziosi per il nostro organismo.

La pianta del Goji, come anticipato, è un arbusto e cresce come una normale pianta rampicante; può raggiungere, in condizioni ottimali, i 2-3 metri di altezza.

Non è affatto difficile coltivarla: procuratevi un tutore e seguite i consigli che trovate di seguito.

 

COLTIVAZIONE BACCHE DI GOJI: MESSA A DIMORA, CONDIZIONI CLIMATICHE E CURE

 

E’ possibile coltivare il Goji in tutta Italia: il clima temperato è l’ideale, ma data l’elevata resistenza, essa riesce a vivere bene fino a -15°C.

La messa a dimora si effettua in primavera, la potatura nel periodo compreso tra Novembre e Gennaio.

Per la messa a dimora, tra Marzo e Aprile, interrate i semi in buche di circa 15/20 centimetri di profondità.

Calcolate per ogni pianta uno spazio di almeno 2 metri quadrati.

La concimazione deve essere periodica e attenta.

Iniziate a Febbraio con un concime a lenta cessione: sono perfetti la pollina (100 grammi per ogni pianta), oppure il letame essiccato e pellettato (150 grammi per pianta).

Nel momento della ripresa vegetativa, più o meno a fine Marzo, concimate di nuovo con un prodotto che abbondi in azoto e potassio.

Innaffiate abbondantemente in estate, a Luglio e Agosto, e quando le bacche si ingrossano.

A seconda della varietà, le bacche di Goji si raccolgono tra Luglio e Ottobre.

Effettuatela man mano che esse maturano.

Se non trovate i semi di Goji nei tradizionali Garden center, comprateli su internet: costano pochi euro.

In alternativa, potete comprare direttamente la pianta dai vivaisti.

Difficilmente la pianta viene aggredita da parassiti, ma fate comunque attenzione ad acari, funghi e afidi.